venerdì 19 dicembre 2014

Proposte di Natale: Oscar Wilde, Lettere

Lo ammetto, quando ho visto in libreria il testo de Il Saggiatore ho avuto un fremito. La copertina è splendida, una foto di Oscar Wilde su uno sfondo bianco, ho pensato «devo averlo» perché amo profondamente Wilde e le sue opere ma soprattutto perché per me, come per tantissime altre persone, Wilde è un simbolo. Il simbolo dalla raffinata intelligenza, dalla pungente ironia. Ma anche della profonda ingiustizia che la storia a riservato alle persone omosessuali. Qui raccolte ci sono le lettere che Wilde comincia a scrivere giovanissimo e che lo accompagneranno per il resto della sua vita, dagli esordi letterari ai primi scandali sino alla decadenza dovuta all'arresto, ai lavori forzati e all'oblio. Si tratta di un libro importante e necessario, uno splendido regalo di natale da fare a se stessi. È vero che il prezzo è alto ma il volume merita.


Wilde Oscar
Lettere
Prezzo di copertina € 65
2014, XX-1266 p., rilegato
Curatore: De Laude S.; Scarlini L.
Il Saggiatore






giovedì 18 dicembre 2014

Proposte di Natale: Terra degli uomini

Il Piccolo principe è un libro che tutti noi conosciamo e che moltissime persone amano. Ed è difficile, del resto, non amare un libro così “umano”. L’autore del libro, Antoine de Saint-Exupéry, ha avuto una vita estremamente avventurosa. Pilota, prima civile poi militare, nel 1926 venne assunto come  dalla Compagnia Generale di Imprese Aeronautiche Latécoère   per trasportare la posta da Tolosa a Dakar, nel 1930 approda a Buenos Aires come direttore dell'aereo postale Argentina-Francia. Nel 1936 viene inviato dell'"Intransigeant" in Catalogna durante la Guerra civile spagnola e nel 1939 pubblica Terra degli uomini. Il libro riceve un premio dall'Accademia Francese. Con la seconda guerra mondiale si arruola e il resto, come direbbe qualcuno, è storia. Nonostante il Piccolo principe sia il testo più conosciuto di questo autore Terra degli uomini è diventato, per molti, un libro cult. Il romanzo raccoglie i pensieri e i racconti di Saint-Exupéry, le sue riflessioni e gli appunti di viaggio. Soprattutto è un viaggio fra il genere umano, fra le difficoltà e le meraviglie dell’essere uomini.


Antoine de Saint-Exupery
Terra degli uomini
Prezzo di copertina € 9,90
2013, 176 p.
Ugo Mursia Editore

mercoledì 17 dicembre 2014

Proposte di Natale: Le parole di Bianca sono farfalle

Questa è la storia di una bambina speciale, Bianca non sente e non parla ma sa sempre capire quando un sorriso non è un sorriso vero. Bianca non parla, Bianca non sente ma comunica con il mondo che la circonda attraverso il linguaggio del corpo. Bianca vede le cose in modo diverso, vede tutte quelle cose che gli altri non vedono. Bianca non sente ma vede i suoni, «quelli scintillanti e appuntiti dello schiocco dei baci sulla guancia». Bianca non sente e non parla ma le sue mani sono farfalle che danzano nell'aria.
Le parole di Bianca è un libro estremamente delicato che riesce a mostrare quanta vita ci sia nei bambini che vengono considerati «diversi». Il testo e i disegni sono davvero molto belli e credo che, anche in questo caso, sia un libro utile per spiegare qualcosa di difficile in modo molto dolce ai bambini.

Lorenzoni Chiara; Fatus Sophie
Le parole di Bianca sono farfalle
2013, 30 p., ill., rilegato
Prezzo di copertina € 13,50
EDT-Giralangolo



martedì 16 dicembre 2014

Proposte di Natale: Allegra. La figlia di Byron

È una storia dolorosa quella narrata in questo libro principalmente per due ragioni. La prima è che riguarda una bambina di 5 anni, la seconda è che quella bambina era la figlia di Byron, poeta amato e celebrato, che da queste pagine non esce benissimo.
Allegra, il nome della bambina, nacque da una relazione fra Lord Byron Claire Clairmont, giovanissima sorellastra della scrittrice Mary Shelley. Dopo la sua Nascita Byron allontanò la bambina dalla madre, dopo un periodo trascorso in casa Shelley raggiunse il padre prima a Venezia e poi a Ravenna. Byron, idolatrato dalle donne e ebbro della sua immagine di dandy, mise allegra in un convento dove la bambina morì all'età di 5 anni. Iris Origo ripercorre le vicende di questa piccola bambina, intelligente e arguta, che ha dovuto, purtroppo, confrontarsi con l'ego spropositato del padre.

Origo Iris
Allegra. La figlia di Byron
2014, 112 p.
14,50
Skira Edizioni



lunedì 15 dicembre 2014

Proposte di Natale: Alan Turing

Il trattamento riservato a Alan Turing, esattamente come quello riservato a Oscar Wilde e a moltissime altre persone omosessuali più o meno famose, è l'emblema dell'idiozia di un certo pensiero violento e omofobo. Turing è stato uno dei più grandi matematici del XX secolo, da molti, e giustamente, è considerato uno dei padri dell'informatica. Formalizzò il concetto di algoritmo, creò la «macchina di Turing» che è servita per la nascita del moderno computer (eh sì, se avete un computer lo dovete a un omosessuale) teorizzò il pensiero dell'intelligenza artificiale. Non è finita qui, ovviamente, durante la seconda guerra mondiale collaborò attivamente per decifrare i codici tedeschi creati attraverso la macchina Enigma e contribuì, di fatto, alla comprensione dei messaggi «nemici».
Bene, direte voi, di un personaggio così interessante, di un matematico così attento e creativo il mondo avrà fatto un esempio.
No.
Nel 1952 Turing, dopo aver denunciato un furto da parte di un uomo con cui aveva passato la notte, venne a sua volta denunciato per «reato di omosessualità». Subì la castrazione chimica che lo rese impotente e gli fece crescere il seno. Turing, che in vita aveva amato la favola di Biancaneve, ingerì una mela avvelenata con cianuro di potassio e si suicidò. Chissà quante altre cose questa meravigliosa mente avrebbe potuto fare se il pregiudizio, l'ignoranza e l'odio non lo avessero indotto al suicidio.
Su Turing (uscirà un film credo a gennaio) molte le pubblicazioni:



Hodges Andrew
Alan Turing. Storia di un enigma
2014, 762 p., brossura
Traduttore: Mezzacapa D.
18
Bollati Boringhieri







Leavitt David
L' uomo che sapeva troppo. Alan Turing e l'invenzione del computer
2012, 247 p., brossura
Traduttore: Sargian C.
19
Codice Editore








Cawthorne Nigel
L'enigma di un genio. La vera storia di Alan Turing
9,90
Newton Compton (In uscita il 18 dicembre)







Tuono Pettinato; Riccioni Francesca
Enigma. La strana vita di Alan Turing
2012, 119 p., ill., brossura
16
Rizzoli Lizard





venerdì 12 dicembre 2014

Proposte di Natale: Il cammino dei diritti.

Un libro che è un piccolo gioiello di intelligenza e sensibilità, Il cammino dei diritti Fatatrac edizioni in collaborazione con Amnesty International. Il libro, che si presenta in due formati, una versione «classica» e una a «schede», ripercorre il cammino dei diritti del genere umano. Ogni pagina (o scheda) è dedicata a un personaggio, un momento, un anno, importante per la rivendicazione dei diritti umani. Si parte con il 1786 anno in cui viene abolita la pena di morte nel gran ducato di Toscana e si arriva al 2013 con Malala Yousafzai e il suo appello per il diritto all'istruzione. Fra questi due avvenimenti le moltissime lotte e le grandi conquiste, sicuramente dolorose e non facili, che hanno fatto progredire in meglio il genere umano: i diritti delle donne, la fine dell'apartheid, della segregazione, i diritti dell'ambiente e delle persone omosessuali. Si tratta di un libro molto curato che insegna, passo dopo passo, cosa sono i diritti civili e quali sono state/i le/i protagoniste/i delle lotte per la rivendicazione di questi diritti ai bambini.


Carioli Janna; Rivola Andrea
Il cammino dei diritti
Prezzo di copertina € 18,90
2014, 48 p., ill., rilegato
Fatatrac Edizioni





Carioli Janna; Rivola Andrea
Il cammino dei diritti
Prezzo di copertina € 9,90
2014, 21 p., ill., rilegato
(collana Carte in tavola)
Fatatrac




giovedì 11 dicembre 2014

Proposte di Natale: 1177 a.C. Il collasso della civiltà



Quando pensiamo al passato, probabilmente, lo facciamo in negativo immaginando condizioni di vita difficili, precarie, poche comodità e rigide costruzioni sociali. Ogni epoca, in realtà, ha avuto importanti scoperte, personaggi di spicco, economie fiorenti e relativi crolli.  1177 A.C. racconta, attraverso l’arrivo di quelli che vengono comunemente chiamati Popoli del mare, la disgregazione della civiltà del bronzo che aveva visto sino a quel momento una fiorente economia, rapporti diplomatici fra diverse culture, un notevole progresso tecnico e culturale. Il commercio era fiorente e coinvolgeva tutti i grandi imperi del Mediterraneo e della Mezzaluna fertile. Cosa è accaduto, quindi, a questa civiltà? Perché è scomparsa lasciando, poi, anni bui? È stata tutta colpa dei Popoli del mare o, proprio come accade ai giorni nostri, una profonda crisi economica e culturale, insieme a stravolgimenti climatici e ambientali, ha segnato la fine di questa fiorente civiltà?

Eric H. Cline

1177 a.C. Il collasso della civiltà

Traduzione di Cristina Spinoglio

Prezzo €24,00

2014, 271 p., brossura

Bollati Boringhieri


mercoledì 10 dicembre 2014

Un'agenda a pois



Domenica, libreria piena, gente ovunque, richieste di ogni genere.
Squilla il telefono:
“Scusi avete un’agenda a pois?”
Un’agenda non so ma potrei avere… una ZEBRA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Una zebra a pois
me l'ha data tempo fa
uno strano Maragià
vecchio amico di papà
Una zebra a pois
Beh, che c'è!?
A pois, a pois, a pois!
Così, giusto per dirvi a che livello di cottura sono…

Proposte di Natale: Notturno



Ho amato Helen Humphreys sin da Cani Selvaggi, il suo stile e la sua scrittura mi hanno completamente rapito. Notturno, il libro che vi consiglio oggi, è un libro straziante e intimista. Straziante perché parla della perdita, del distacco, di quel dolore che per anni ha impedito alla scrittrice di scrivere. Intimista perché l’autrice squarcia la propria anima per rivelare il dolore. La perdita è quella dell’amato fratello Martin strappato alla vita da un tumore al pancreas. Martin viveva per la musica, tutto nella sua vita lo era. Da questo deriva il titolo, Notturno, come in Chopin. Ma “notturno” è  anche quella sensazione di vuoto, di orrore, di sconforto. La Humphreys racconta del fratello su richiesta dello stesso che gli è apparso in sogno, descrive la difficoltà di continuare a vivere la quotidianità dopo la perdita di una persona amata. Vediamo scorci di vita, annusiamo delicatezza e bellezza ma anche tanto dolore nei ricordi dell’autrice che si mescolano alle visioni del calvario dovuto alla malattia. Il monologo della Humphreys si trasforma spesso in un dialogo fra lei e il ricordo del fratello perché  il ricordo è l’unico modo per tenere in vita le persone che non ci sono più.

Helen Humphreys

Notturno

Prezzo di copertina € 15,00

2013, 192 p., brossura

Traduzione: Fabio Viola

Playground editore