venerdì 21 novembre 2014

A disposizione!



Ore 18.30, sono in libreria dalle 9.00 del mattino, mi appresto ad uscire. Indosso giubbotto, sciarpa, guanti, borsetta e zainetto (sono un libraio organizzato). Una signora mi vede uscire dal magazzino.
“Scusi non c’è nessuno qui?”
“C’è la collega nell’altra sala signora.”
“Eh ma io ho fretta mi può aiutare lei?”
“Io sto andando a casa signora, può chiedere alla collega.”
“Ah ma solo un attimo!”
“Mi dica.”
“Devo fare un regalo a una persona che mi ha parlato di un libro di cui non ricordo il titolo ma so che ha visto lo scrittore a quella trasmissione su rai tre la domenica sera ma non ricordo se domenica scorsa o quella prima o qualche domenica fa. Può fare una ricerca a computer sul sito della trasmissione?”
Tesoro, esattamente cosa non hai capito di: “Sto andando a casa?”

martedì 18 novembre 2014

La filosofia di Evita, un film da fine vita!

Si avvicina un signore:
“Scusi, recentemente è uscito un libro scritto da alcuni filosofi sul fine vita.”
Fin qui tutto perfetto. Ma, attenzione, io non capisco “fine vita”, capisco “film Evita” e mi dico: “Ma sti filosofi scrivono proprio di tutto!”
Guardo il signore:
“Non ho proprio presente il libro, facciamo una ricerca.”
E, bello come il sole, scrivo sul computer: “Evita Peron.”
Il signore mi guarda e mi dice: “Guardi che Evita Peron non c'entra nulla.”
E io penso: “Ma come non c'entra nulla? È un musical sulla sua vita...
Imperterrito dico: “Mettendo il suo nome dovrebbe uscire qualcosa.”
E, non contento della figuraccia che ho già fatto, scrivo: “filosofia film Evita.”
Il signore mi guarda senza capire e io penso: “Va bene che l'interpretazione di Madonna non era delle più riuscite ma perché il cliente mi guarda in quel modo?
“No, guardi, Evita non c'entra nulla, il libro è sul fine vita!”
A quel punto quelle quattro sinapsi che mi sono rimaste e che vanno alla velocità di una lumaca arrivano dove devono e si accende una lampadina.
“Ah, fine vita! In effetti mi chiedevo perché un filosofo dovrebbe scrivere un libro sul film di Alan Parker.”
Ho bisogno di sessant'anni di ferie, ve lo dico, ibernatemi e risvegliatemi quando mi sarò ripreso da questa figuraccia!

venerdì 14 novembre 2014

Il tipo che non esiste



Si avvicina un ragazzino, i pod a tutto volume.
“Ciao ce l’hai un libro, come si chiama, un libro per la scuola.”
“Un libro scolastico?”
“No, cioè me lo hanno dato da leggere a scuola.”
“Mi dici il titolo?”
“Il titolo non me lo ricordo, ma è la storia, dai del tipo che non esiste.”
“Tipo che non esiste la storia o tipo che non esiste il tipo che racconta la storia?”
“No è la storia di questo tizio che non esiste.”
“Cioè è la storia di un tizio che non esiste o è lo scrittore che non esiste?”
Sguardo perso.
“Il cavaliere inesistente? Italo Calvino?”
“Eh sì, quello.”
Ah, quello, tipo lo avevo intuito….

giovedì 13 novembre 2014

mercoledì 12 novembre 2014

Libraio all'angolo

Si avvicina un ragazzo carino (ok, ok per me sono tutti carini), io sono al computer, lui:
“Ti metto subito all'angolo.”
All'angolo? Tesoro mettimi dove vuoi, per me puoi anche piegarmi e ripormi nel cassetto! E poi angolo fa rima con triangolo...
Il triangolo con delitto e castigo, dirige l'orchestra Fëdor Dostoevskij, canta Marino Buzzi

L'indirizzo ce l'ho, rintracciarti non è un problema,
ti telefonerò, ti offrirò una serata strana,
il pretesto lo sai... quattro dischi e una prenotazione! Sarò grande vedrai, fammi spazio e dopo mi dirai... che lettore sei! Lui chi é? Come mai l'hai portato con te?Il suo ruolo mi spieghi qual è? Io volevo incontrarti senza l'e reader, semmai! Dostoevskij com'è? E I fratelli karamazov? Con loro siamo in tre, Il triangolo non l'avevo considerato,
d'accordo ci proveró, la geometria non é un reato,
garantisci per lui, per questo amore letterario un po' articolato...
mentre io rischierei, ma il triangolo io lo rifarei....


martedì 11 novembre 2014

Il Libraio

Da ieri è on line il nuovo sito di Il Libraio, a curarlo è Antonio Prudenzano. Chi lo conosce sa che è una persona davvero in gamba e fa piacere parlare, ogni tanto, di persone che vengono premiate grazie ai propri meriti. Il sito è davvero ben strutturato e ci sono molte notizie e interviste interessanti, conoscendo il lavoro di Antonio so che le cose andranno molto bene. Vi segnalo il sito e vi invito a dare un'occhiata, sono certo che diventerà un vostro appuntamento fisso.

lunedì 10 novembre 2014

La prima cliente della giornata

“Buongiorno, io ho assolutamente bisogno di essere seguita durante questo acquisto altrimenti me ne vado da un'altra parte!”
Mi giro, le sorrido.
“Prego Signora mi dica pure come posso aiutarla.”
“Ho bisogno di una mano per un regalo, budget 15 euro, due libri ma che siano libri belli, eh? Cose di qualità che devo fare un regalo di classe! Vorrei prendere due libri di saggistica.”
“D'accordo, che genere leggono le persone a cui deve fare il regalo?”
“SAGGISTICA!”
Alterata.
“Sì signora la saggistica comprende un'ampia gamma di argomenti, si va dalla politica alla filosofia...”
“Un libro d'arte magari, uno di quelli illustrati!”
“Le faccio vedere Signora ma gli illustrati di solito hanno prezzi superiori alle 15 euro, ci sono dei Taschen molto belli a 9,99.”
“Dei cosa?”
“Mi perdoni, dei libri d'arte della casa editrice Taschen.”
Ne mostro alcuni.
“Chi è questa?”
“Frida Kahlo.”
“E chi è?”
“Una pittrice messicana.”
“No, no non va bene! E questo?”
“Marc Chagall.”
“Ah ma io mica li conosco lei mi deve spiegare chi sono e cosa hanno fatto!”
“Era un pittore russo di origine ebraica che...”
“No, no non va bene! Lei non mi sta consigliando bene! Io ho bisogno di un libro di SAGGISTICA!”
“Se l'arte non le piace signora passiamo ad altro. Sa se sono appassionati di filosofia?”
“Sì, sì sono persone estremamente intelligenti!”
“Bene, vediamo, per rimanere sugli ultimi arrivi che ne pensa di questo “Istruzioni per rendersi felici.”
“Ma con una copertina così sciatta! Le ho detto che è un regalo importante! Questo libro per esempio!”
“Questo viene 22 euro.”
“No, no è troppo!”
“Che ne dice di...”
“E quello?”
“Quello viene 30 euro.”
“No, è troppo!”
“Signora le sto mostrando libri che possano rimanere nel suo budget.”
“Sì ma lei non mi sta consigliando libri di SAGGISTICA!”
Uno, due, tre, quattro...
“Signora tutto questo piano è di libri di saggistica! Filosofia è saggistica, psicologia è sagg...”
“Ah ecco vediamo qualcosa di psicologia!”
QUARANTA MINUTI DOPO:
“Quello!”
“Odifreddi?”
“Sì mi racconti la sua biografia!”
È un matematico italiano che spesso si occupa anche di fil...”
Ah sì, sì va bene prendo questo che ha una bella copertina! Certo che una fatica con lei mi ha consigliato tutti libri sbagliati!”
Ed era la prima cliente della giornata. Immaginate i successivi....

giovedì 6 novembre 2014

Foto ricordo

Nonna e nipote in libreria:
“Quando la tua mamma aveva la tua età l'ho portata a Venezia, in piazza San Marco e le ho messo del mais sulla testa così i piccioni le andavano a mangiare addosso, lei si è così divertita e io le ho fatto una bella foto.”
Ecco la foto:





mercoledì 5 novembre 2014

Allergie

Entra una coppia, lui lei. Il ragazzo dopo pochi secondi con un senso di ansia:
“Amo però qua dentro ci stiamo pochissimo, eh?”
Tesoro, presto, ti stanno già comparendo le bolle, esci prima che ti si gonfi anche la gola! Voi non lo sapete ma l'allergia alle librerie provoca ogni anno centinaia di vittime!

martedì 4 novembre 2014

Scrittori tifosi



Ragazze in sala:
“Cri guarda c’è un libro per te che sei milanista: Il rosso e il nero!”
Aspetta….  Da dove viene questo urlo spaventoso? Ah, sì, è Stendhal dall’oltretomba…