domenica 9 gennaio 2011

Il cliente ha sempre ragione

(Elisabetta)
“Ciao vorrei la fattoria dei ragazzi di Virginia Welsh”
“Virginia Welsh?”
“Sì. Quella che ha scritto la fattoria dei ragazzi.”
“Guarda non mi risulta un titolo del genere. Non è che ti serve la fattoria degli animali di Orwell?”
“No, no è quella ragazza che ha scritto il libro sulla droga.”
“Christiane F. Noi i ragazzi dello zoo di Berlino?”
“No, Virginia Welsh.”
“Guarda non esiste, per quel che ne so, nessuna autrice con quel nome.”
“Ma è quella che ha scritto il libro sulla droga ambientato a Berlino.”
“Allora è Christiane F.”
“Ok. Allora vorrei anche l’altro libro che ha scritto.”
“Non ha scritto altri libri.”
“Ma sì ha scritto Ecstasy.”
“No, Ecstasy lo ha scritto Irvine Welsh.”
“No, Virginia Welsh.”
“Irvine.”
“Virginia!”
Ok, mi arrendo, hai ragione tu.

(Marino)

“Buongiorno vorrei il libro scritto da Manuela Arcuri.”
“Signora non mi risulta che Manuela Arcuri abbia scritto un libro. Non ancora almeno.”
“Ma come no! Lo pubblicizza in TV.”
“Sì, signora, ma non è suo. Lei lo pubblicizza e basta.”
“Ma cosa dice? L’ho sentito io con le mie orecchie che lo ha scritto lei. Ma è sicuro di essere un libraio?”
Signora ci sono giorni in cui non sono neanche sicuro di essere un essere umano, figuriamoci se sono sicuro di essere un libraio.


“Vorrei l’ultimo libro di Michele Tranfaglia.”
“Michele Tranfaglia?”
“Sì.”
“E che genere scrive, Signora?”
“Ma come che genere scrive? È quello che c’è sempre ad Annozero.”
“Marco Travaglio?”
“Sì, lui, Michele Tranfaglia.”
“Marco Travaglio, Signora.”
“Sì, sì signore, Michele Tranfaglia.”
Sì, proprio lui.

“Ciao volevo il libro di Will Smith, Io sono leggenda.”
“Io sono leggenda è di Richard Matheson.”
“Ah… no io volevo quello scritto da Will Smith da cui hanno tratto il film.”
“Il film è tratto da Io sono leggenda di Matheson . Will Smith ha interpretato il ruolo di protagonista.”
“Ah… ma sei sicuro.”
“Direi di sì.”
“Ma non puoi controllare a computer?”
Il bello è che, alla fine, mi fanno pure venire dei dubbi.


Marino Buzzi

9 commenti:

  1. Bellissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Se un giorno leggiamo sul giornale che hai fatto una strage questo blog ti salvera' da una condanna!!!
    :-)
    Simone

    RispondiElimina
  3. :) Non ci avevo pensato Simone

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    ti abbiamo premiato con il Sunshine Award, un piccolo riconoscimento in stile web 2.0.
    Qui: http://librisulibri.it/2011/01/12/sunshine-award-premiare-12-blog-sui-libri-con-un-piccolo-post/

    RispondiElimina
  5. Assurdo! XD Io li avrei schiaffeggiati... e dire che volevo cercare lavoro in una libreria!

    RispondiElimina
  6. Ma il libro di Alfonso Luigi Marra si trova davvero nelle librerie o è una bufala?

    RispondiElimina
  7. Oggi ho visto il libro di Marra in libreria Arion e volevo teletrasportarmi lontano lontano. Il post è fenomenale.

    RispondiElimina
  8. Noi in libreria NON lo abbiamo (e ne vado fiero).

    RispondiElimina