martedì 13 settembre 2011

Contaminazioni (sì, anche oggi)

Ho letto una interessante lettera di Romano Montroni (il Libraio dei/fra i librai) oggi su repubblica. Mi sono permesso di rispondere con qualche considerazione qui.

2 commenti:

  1. Credo che il tuo discorso sulla crescita personale potrebbe essere esteso a moltissimi ambiti. Purtroppo ci continuano a dire che dobbiamo accontentarci perché il tempi sono duri. Ma trasformare le persone in degli automi meccanici alla lunga si sta dimostrando un gioco che non paga.

    RispondiElimina
  2. Si capisce che Montroni e' un libraio con la L maiuscola e si capisce il motivo per cui ha abbandonato dopo molti anni quella grande catena di librerie dove l'altro giorno una fantastica commessa (perche' era impossibile definirla libraia!!) non conosceva il premio Campiello eletto circa tre giorni prima...addirittura nemmeno lo avevano ordinato in previsione di un'ipotetica vittoria!! Mi sono sentito un po' toccato quando ho letto la critica sui librai delle grandi catene, non si puo' generalizzare!!
    E' vero il fatto che se si vuole lavorare bene bisogna prima di tutto essere interessati e poi leggere a piu' non posso, un libro dietro l'altro...io almeno ci provo!
    Sebastiano
    Libraio.

    RispondiElimina