mercoledì 23 novembre 2011

Cose preziose

Cose che si trovano (nascoste da noi librai) in magazzino, necessarie ad affrontare i momenti di maggior scoramento:
  • Una spalla su cui piangere (nel senso che abbiamo staccato una spalla a un cliente e la teniamo sempre a portata di mano per i momenti bui).
  • Un muro molto solido contro cui sbattere la testa.
  • Un pungiball per gli scatti d'ira (esilaranti) del collega magazziniere.
  • Una cisterna di Tererito.
  • Cioccolato.
  • Patatine.
  • Gallette di mais e/o di riso.
  • Biscotti.
  • Caffé.
  • Caramelle.
  • Un cuscino per fare micropisolini, in piedi, dentro il settore cartoleria.
  • Una porta spazio temporale per proiettarci indietro nel tempo e fermare il cliente che sta per porci la fatidica domanda: “È uscito l'ultimo libro di Bruno Vespa?”.
  • Degli ignari gattini a cui fare dei sani grattini per la nostra pet terapy quotidiana.
  • Fogli bianchi su cui fare disegnini idioti raffiguranti il collega magazziniere che tira pugni o calci a qualcosa.
  • Una macchina fotografica per immortalare (e successivamente ricattare) i colleghi e le colleghe che si imboscano.
    In qualche modo dovremo pur far passare il tempo, no?

9 commenti:

  1. Gli oscuri segreti di voi librai.
    Io pensavo che ti tenessi pure un cliente vichingo incatenato alla parete. Non starai perdendo colpi? :P
    (trovo irrinunciabile i gattini, il caffè e la cioccolata.)

    RispondiElimina
  2. l'ho scoperto solo ieri, ma già non posso più fare a meno di questo blog! l'ho linkato nel mio preventivamente richiedendo ad un'altra blogger se era scortese farlo senza richiedere il permesso e mi ha detto di no; semmai puoi prendertela con lei! (la sottile arte dello scaricabarile).
    grazie per i sorrisi che mi strappi :)
    ps: se non vuoi stare sul mio blog, ti dis-linko, basta che me lo dici (mi sembrava acarino avvisarti!) :D

    RispondiElimina
  3. Andrà tutto bene, mi piace il tuo blog ;)

    RispondiElimina
  4. Oh, io ti ho messo nella sezione "Siti interessanti" senza chiedere nulla XD e hai pure detto che la letteratura fantastica non ti piace particolarmente XD se ti provoca fastidio tolgo.
    Non ho pensato a chiedere prima XD mi cospargo il capo di cenere.

    RispondiElimina
  5. Chagall sei fra i miei blog sull'orlo di una crisi di nervi

    RispondiElimina
  6. Lo prendo come un sì. XD e non facciamo i maliziosi.

    RispondiElimina
  7. Visto che siamo in vena di confessioni, pure io ti ho messo messo nel mio blogroll senza chiedere alcun permesso! Miserere mei! Marino, elèison! (visto? te l'ho chiesto sia in latino che in greco. Il liceo classico sarà pur servito a qualcosa, no?). Dopo tale erudizione non puoi non perdonarmi... :')

    RispondiElimina
  8. Prima o poi vorrei mi spiegassi come fai a fare dei micro-pisolini in piedi.

    P.S. La Mursia mi ha inviato il tuo nuovo libro. Recensione d'obbligo.
    Un sorriso.

    RispondiElimina
  9. ImpiegataSclerata24 novembre 2011 11:55

    Nuuuuuuuooooooooo, le gallette di riso nuuuuuuuuuoooooooooooo.....

    RispondiElimina