sabato 19 novembre 2011

Proselitismo in libreria

Succede a: Il collega Totoro

Si avvicinano due signore.
“Scusi stimo cercando dei libri per bambini.”
“Certo, qui c'è il settore. Cercate qualcosa in particolare?”
“No diamo un'occhiata. Senta posso lasciarle questo intanto?”
E mette in mano al collega Totoro dei depliant sulla religione.
“Ehm.... è molto gentile signora ma non li voglio.”
“Ci ho provato!”
Eh sì, bella, ci hai provato!
Se non stai attento questi ti tramortiscono con un'ostia e poi ti tatuano un volantino pro-fede in fronte!

3 commenti:

  1. Io avrei risposto: Se tu compra libri, io prende volantino. Erano Testimoni? Il vero problema di questo tipo di questuanti è che non riescono a sostenere una conversazione teologica che si discosti dai loro dogmi di base, per cui parlandoci non si ha alcun arricchimento intellettuale, come invece avviene con personaggi quali Enzo Bianchi o don Gallo. (E d'ora in poi qualunque utente potrebbe essere UNO DI LORO...)

    RispondiElimina
  2. Oh, gli dovevi consigliare "Fai sto cazzo di nanna" (è un libro vero, non è una battuta). Così imparavano a sacramentare come si deve XD.

    RispondiElimina
  3. Forse hanno visto i clienti che vi ritrovate e hanno pensato che aveste bisogno di una benedizione...o magari di un esorcismo!
    Da me in paese arrivano durante l'orario di messa. Probabilmente pensano che quelli che se ne stanno a casa siano tutti blasfemi da salvare dalle fiamme eterne!
    Una volta, verso i 15 anni, mi sono invischiata in una discussione con un tale: quando mi ha detto che Adamo ed Eva sono esistiti veramente mi è crollata qualsiasi voglia di argomentare! Da allora mi fingo dannata...

    RispondiElimina