mercoledì 1 febbraio 2012

Il fascino del libraio

Alla mia postazione si ferma un signore sulla settantina, ha in mano una prenotazione. Il suo nipotino corre nel settore bambini, lui si avvicina e mi mostra il foglio, io lo guardo e sorrido:
“Deve andare al settore scolastico per ritirare la prenotazione”
Ma lui non si muove.
Io lo guardo ancora, lui mi sorride, mi mette una mano appena sopra il sedere, poi mi dice:
“Sai che sei bello?”
Tesoro certo che lo so! Mica penserai che mi hanno assunto perché sono un bravo libraio, vero?
Ora.... hai circa tre secondi per togliere la tua mano dalle mie chiappe se non vuoi ritrovarti con un arto in meno.
Capisco che sono irresistibile ma qui si esagera!
Mai che mi capiti con un bel vichingo accidenti...

7 commenti:

  1. Oddio, pure il settantenne! Ahahahah :D Mi ricorda le vecchiette ricoverate che fanno le civette in ospedale!

    RispondiElimina
  2. è che tu non hai saputo cogliere il fascino della saggezza e dell'esperienza!!!

    RispondiElimina
  3. :)))))))))))
    complimenti, che fascino!!!
    :)))))

    RispondiElimina
  4. Ah questi vecchi marpioni..ma hai notato che più son vecchi e più son audaci?

    RispondiElimina
  5. no vabbè il 70enne nun se po guardà. E poi cacchio ce la fa ancora a mettere le mani sul culo?

    RispondiElimina
  6. Il settantaduenne con signorine a Palazzo Grazioli ha fatto proseliti...("Perché lui sì e noi no?" si chiederanno fra un semolino e una partita a carte). Mi spiace che ci sia andato di mezzo tu...

    RispondiElimina
  7. Guarda, capisco il fascino dell'uomo maturo, ma qui direi che siamo hai esagerato!

    RispondiElimina