martedì 7 febbraio 2012

Tutta colpa della neve

“Buongiorno ho ordinato un libro venerdì, vorrei sapere se è arrivato.”
“Buongiorno, si ricordo l'ordine l'ho fatto io. Ma occorrono tra i quattro e i cinque giorni lavorativi per la consegna. Inoltre, viste le difficili condizioni climatiche, non sta consegnando nessuno in questi giorni.”
“Quindi?”
“Potrebbero esserci dei ritardi. Come le ho detto venerdì quando abbiamo fatto la prenotazione.”
“Ma le sembra possibile che cadono dieci centimetri di neve e si blocca tutto?”
“Guardi purtroppo non dipende da me anche se, in realtà, di neve ne è caduta in abbondanza.”
“Sì, va beh. Io ho bisogno del libro.”
“Comprendo ma quando abbiamo fatto la prenotazione le ho segnalato che avrebbero potuto esserci dei ritardi.”
“Senta queste sono scuse belle e buone, mi faccia arrivare questo libro in fretta!”
Guardi chiamo subito Babbo Natale e gli chiedo se con la sua slitta e le renne può andare a prendere il libro che le serve!
Faccio presente che per fare 30 km (Imola Bologna) impiego, in questi giorni di neve, fra cancellazione di treni e ritardi vari, dalle due alle quattro ore (quando va bene) per andare e tornare.
Capisco che sia un libro importante ma mica lo posso far teletrasportare!
O sì?

9 commenti:

  1. pure tu però...cavolo per un po' di neve non fai arrivare il libro
    Per la cronoca: la gente con il freddo impazzisce.
    Quando c'è stato lo sciopero degli autostasportatori un cliente che aspettava un pacco mi chiese se il fattorino non poteva cercare di passare con la Sua macchina per consegnargli l'ordine.
    No comment

    RispondiElimina
  2. sarà un libro per cui il tempismo è fondamentale, qualcosa sulla linea di "come prepararsi alle tempeste di neve"...

    RispondiElimina
  3. la gente quando non ha la pappa pronta da di matto, figurati se c'è la neve che non gli fa arrivare il libro.. dovrebbero darti un "premio pazienza" in busta paga!

    RispondiElimina
  4. Babbo Natale è grasso e vecchio! Hai questa fissa per i nonnetti.
    Chiama Superman o qualche supermanz... ehm, super eroe. Per i clienti ovviamente.

    RispondiElimina
  5. Quale Babbo e quali supereroi! Come dicon i nostri ministri (e il sindaco Telomanno) questi non son tempi da crogiolarsi nell'immobilismo: dotati tu stesso di una slitta coi cani e corri a prendere il libro! Il cliente ha sempre ragione, basta con le scuse puerili: il Paese ha bisogno di iniziativa! ... p.es.: a Savona pare che tasseranno il sale per sciogliere il ghiaccio nelle strade.

    RispondiElimina
  6. :)
    ti leggo sempre
    volevo avvisarti che se passi dal mio blog trovi un premio per te.
    ciao e buona serata
    Antonella

    RispondiElimina
  7. Scena: giorno, il libraio seduto su una pietra, visualizza il libro desiderato dal cliente e dice: "vieni! E vieni! Che ti costa? Una volta sola, vieniiii!"
    Ve lo ricordate?

    RispondiElimina
  8. "quindi?" ecco.. qui farei partire una capocciata! quanto odio quel quindi!!!

    RispondiElimina
  9. Ma capitano tutti a te questi clienti fastidiosi? XD

    RispondiElimina