lunedì 16 aprile 2012

Pronti, partenza, VIA!

Se in questi giorni vi capita di entrare in una libreria e di vedere un libraio affranto, chino su se stesso, immusonito, con gli occhi rossi e la bocca piegata all'ingiù che trasporta pile pesantissime di un qualche presunto best seller.... sappiate che non sono io perché me ne vado a PARIGI per una splendida settimana di ferie.
Mi trasformo da impeccabile libraio a fatina dell'assenzio e vado a godermi un tour de force a Parigi.
Parto con il mio compagno, sua mamma e mia mamma.
Non sarà una vacanza, sarà una gara di sopravvivenza.
Sarò io che dovrò sopravvivere a loro o saranno loro che dovranno sopravvivere a me?
Vi faccio presente che ho programmato l'intera vacanza minuto per minuto calcolando distanze, tempi morti e orari per vedere più cose possibili.
Dopo questa vacanza, se io sopravvivo alle lamentele e loro alle scarpinate, saremo pronti per affrontare qualsiasi sfida.
P.S.
Se riesco faccio il diario quotidiano del libraio a Parigi ma non garantisco.

13 commenti:

  1. Poche storie, DEVI riuscirci! Buon viaggio, beato te.

    RispondiElimina
  2. Buon viaggio!!! In vacanza con mamma e suocera? Coraggioso...Io penso che sopravviverei in vacanza solo con la suocera..in vacanza con mia mamma non ce la farei..la devo prendere a piccolissime dosi.. =)

    RispondiElimina
  3. E se non riesci ci racconterai tutto al tuo ritorno...buonissima vacanza!!!!

    RispondiElimina
  4. ...non si dice "tour de force", ma: "tour de france".

    RispondiElimina
  5. Portati l'abbigliamento a cipolla, mia sorella che ci vive mi ha detto che sta facendo freddo! Buon viaggio, io spero di andarci tra 10 giorni :)

    RispondiElimina
  6. Libraio preferito... non osare piantarci.

    RispondiElimina
  7. Anche io programmo tutto con tanto di cartina stampata degli spostamenti, orari dei musei, frasi utili. Certe volte chi è in viaggio con me finisce probabilmente col detestare la mia camminata veloce e la mia tabella di marcia, ma alla fine ne restano contenti.
    Non che non mi piaccia l'avventura, ma è senza dubbio il miglior modo per ottimizzare il tempo e non perdersi davvero niente!
    Buon viaggio! :)

    RispondiElimina
  8. Buon viaggio, buon divertimento e salutami Parigi ^_^

    RispondiElimina
  9. Te la gufo: con due mamme dietro, non ce la farai mai a vedere quello che vuoi vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale le trascinerò con la forza. ;)

      Elimina
  10. oh mamma, le due consuocere!!! in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  11. Buon viaggio, porta i miei saluti al Moulin Rouge!

    RispondiElimina
  12. Come diceva sempre mio zio Shmuel quando la figlia si lamentava che le sue amiche andavano in vacanza all'estero: "E mi, a vag a Vigseu (Viguzzolo, un paesino vicinissimo a casa loro). Parigi è Parigi, ma parafrasandolo: io me ne vado a Dronero. Ci son pure i francesi, manca solo la Tour Eiffell! A parte questo: buona vacanza!

    RispondiElimina