giovedì 3 maggio 2012

Booksweb


Da quando sono entrato alla libreria Shakespeare & Company un pensiero pericoloso sì è insinuato nella mia mente. Mi chiedo da giorni come sarebbe aprire una libreria tutta mia, magari in centro a Imola. Mi vedo andare al lavoro tutte le mattine con un sorriso sul volto, ho già pensato persino all'arredamento e al catalogo, porterei con me la mia gattona, sarebbe bellissimo vederla farsi le unghie sulle poltroncine che ho in mente.
Mi ripeto che, forse, prima o poi, ne aprirò davvero una tutta mia ma per ora non ho il coraggio, non ho i fondi, non ho le possibilità. So che volere è potere. Penso a Nicoletta della libreria Trame a Bologna, per esempio, o agli amici della libreria Igor. Ma non sono mai stato abituato a fare un passo azzardato e ci vorrebbe una sana follia per aprire un'attività in questo momento.
Eppure ci sono persone che quella sana follia l'hanno trovata.
Non sto parlando, in questo caso, di una libreria ma di un sito internet, una vetrina per libri e autori gestita da un gruppo affiatato e coraggioso. Il sito si chiama Booksweb e a idearlo è stata Alessandra Casella. Ho conosciuto Alessandra qualche tempo fa quando sono andato a registrare un video per Booksweb, mi ricordavo di lei come attrice ma anche per il suo impegno in campo culturale ( vi ricordate le trasmissioni: A tutto volume e Bravo chi legge?). Conoscerla, conoscere le persone che lavorano con lei e che partecipano con passione al progetto, mi ha dato l'opportunità di capire quanto sia importante, per alcune persone, la “resistenza” culturale.
Basta visitare il sito per capire l'importanza del progetto, si tratta di un'opportunità, dal mio punto di vista, per tutti coloro che amano la letteratura, di conoscere e capire scrittori e romanzi. Soprattutto mi è piaciuta l'idea che Alessandra e lo staff hanno del proprio lavoro: parlare solo dei libri che si sono amati. Nessuna pressione dall'alto, non si parla solo di best seller, non si invitano solo personaggi conosciuti (io ne sono un esempio visto che non mi conosce nessuno). Insomma un programma democratico dedicato a chi ama i libri e la letteratura. Vi consiglio di visitarlo, sono certo che poi diventerete assidui frequentatori/frequentatrici.
Marino Buzzi

5 commenti:

  1. caro il mio libraio, come ti capisco!!! anch'io sogno di passare le giornate sommersa tra i vinili e i cd del mio negozietto di dischi nel centro di una bella città inglese. Ma chi ne avrà mai il coraggio? Si beh, anche i fondi, ma è soprattutto il coraggio di buttarsi nel vuoto, ad occhi chiusi e braccia spalancate!
    Ci facciamo forza a vicenda? mettiamo insieme i nostri 20€ e facciamo libri&musica insieme? Secondo me il segreto è proprio trovare qualcuno con cui condividere il sogno. Sai com'è: mal comune... un abbraccio. tua andrà

    RispondiElimina
  2. E tu in quale sezione di booksweb sei?

    RispondiElimina
  3. Sempre se le sezioni si riuscissero a vedere..... Ci ho provato ma boh? Non riesco a vedere niente, selezionando una sezione non si visualizza. Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ti manca il programma per vedere i video. La mia intervista non l'hanno ancora messa.

      Elimina
    2. Ah, ok, grazie. Devo provare dal computer invece che dall'ipad.

      Elimina