martedì 1 maggio 2012

Festa dei lavoratori


Giornata importante, il Primo Maggio, Festa dei lavoratori.
Anche se, per come vanno le cose, sarebbe più opportuno chiamarla Festa AI lavoratori!
In ogni caso vi propongo qualche titolo interessante sulla situazione lavorativa in Italia.
Il lavoro è nella costituzione ma non nella quotidianità. Le donne sono le più toccate dalla crisi del mondo del lavoro e si cerca continuamente di riproporre un'economia fallimentare e sbagliata.
Non solo, chi ha ancora il lavoro viene continuamente minacciato, si annullano i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori in nome del rigore e della crisi.
Insomma le cose non vanno bene.
Soprattutto nel campo culturale.
In altri paesi europei sulla cultura si investe e la cultura ripaga con posti di lavoro e introiti. Da noi, in Italia, paese dall'immenso patrimonio culturale, si preferisce investire sull'industria delle armi e del cemento piuttosto che sulla cultura.
Vorrei lanciare, a questo proposito, un'iniziativa per il blog. Vorrei raccontare storie di vita di gente che lavora nel campo della cultura (dall'editoria al cinema, nessuno escluso), vorrei proporre storie e idee: chi ha perso il lavoro da un giorno all'altro, chi ha proposto modelli diversi, magari di nicchia e vincenti, chi si inventa qualcosa ogni giorno per andare avanti. Raccontatemi le vostre storie di ordinaria sopravvivenza culturale. Contattatemi all'indirizzo e mail: aracno76@libero.it
In attesa che qualcuno abbia la forza di proporre modelli diversi (che già ci sono) vi auguro buone letture e un Primo maggio di lotta e democrazia.
Marino

Stefano Scabbio Genesi di una riforma. Il nuovo mercato del lavoro in Italia. Rubettino edizioni. 9 euro.
Nicola e Marco Costantino, E se lavorassimo troppo? Donzelli editore, 117 pagine, 15 euro.
Stefano Fassina Il lavoro prima di tutto. Donzelli editore, 191 pagine, 16,50 euro
Philippe Godard Contro il lavoro. Eleuthera edizioni traduzione di Guido Lagomarsino, 127 pagine, euro 10,00
Luciano Gallino, Il lavoro non è una merce. Laterza Editori, euro 8,00 pagine 172
Pietro Ichino, Inchiesta sul lavoro. Mondadori, euro 18,00, 240 pagine
Maurizio Landini con Giancarlo Feliziani, Cambiare la fabbrica per cambiare il mondo. Bompiani, euro 15,00 pagine 164
Megale, D'Aloia, Birindelli Salari. Il decennio perduto. Ediesse. Euro 17,00 pagine 400
Chiara Valentini O i figli, o il lavoro. Feltrinelli. Euro16,00. 224 pagine.
Tito Boeri, Pietro Garibaldi. Le riforme a costo zero. Chiarelettere. Euro 13,00. 153 pagine

3 commenti:

  1. Bella questa idea! Io partecipo!
    Buon primo maggio (passando vicino all'ipermercato le macchine arrivavano fin sulla strada, alla faccia della lotta, della democrazia, della crisi e della giornata di sole!)

    RispondiElimina
  2. Ahahahah, che ridere! Io ho festeggiato lavorando!

    RispondiElimina