sabato 25 agosto 2012

Richieste


Una signora mi porge una lista di libri che il figlio deve leggere per l'estate:
“Buongiorno mi dia quello con meno pagine e che costa di meno, grazie.”
Della serie la cultura dei nostri figli è importante...

16 commenti:

  1. Questa è una cosa che non sono mai riuscito a capire. Quando lavoravo in libreria io arrivavano genitori e figli a prendere i libri da leggere per le vacanze e in più di un'occasiona praticamente INORRIDIVANO, non scherzo: INORRIDIVANO quando gli mostravo quale libro dovevano leggere, come se avessi mostrato loro un barile di fango da bere. Tanto che, di fronte alla loro plateale sorpresa, fin troppo esagerata, mi veniva da dire "guardate che non stanno tentando di uccidervi, vogliono solo farvi leggere una storia!" Cioè, ha senso inorridire per il solo fatto di dover LEGGERE UNA STORIA? Eppure non ho mai visto nessuno sentirsi male perchè un film che devono vedere dura due ore e trenta. E mi chiedo ancora oggi se il disgusto per i libri sia genetico o acquisito, se cioè sia una naturale avversione della pigra razza di scimmia chiamata Uomo, o se ci siano dietro implicazioni sociali, del tipo "leggere un libro da perdenti, guardate io come mi schifo quando sono costretto a leggerne uno!"
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ERRATA CORRIGE: "leggere un libro è da perdenti..."

      Elimina
  2. Capisco quello che "costa meno", dato il valore che si dà ai libri, ma per chiedere quello con "meno pagine" devi avere idea che la lettura sia un supplizio, anziché un piacere!

    RispondiElimina
  3. La gente è pazza!! E tu ne incontri tanta purtroppo! :)
    Nel frattempo volevo dirti che ho appena letto il tuo libro "Confessioni di un ragazzo per bene" e mi è piaciuto molto... complimenti, davvero. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) grazie sono davvero contento.
      Marino

      Elimina
  4. Qualche settimana fa, in una libreria Giunti, alla domanda "vorrei il nuovo libro di Spinoza" ho visto la commessa affrettarsi nello spulciare tra le opere dello Spinoza filosofo...

    RispondiElimina
  5. Sa già che non lo leggerà e vuole avere il volume meno pesante da portare alla differenziata.
    BACI

    RispondiElimina
  6. Ma un giro in biblioteca, così li legge tutti e non ne paga nessuno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in biblioteca vengono con la lista chiedendo "rigorosamente" quelli con meno pagine (ovviamente mandano la madre che ufficializza la posizione culturale della famiglia!)

      Elimina
    2. da bibliotecario, sottoscrivo pienamente: è da dieci anni che è così e delle due peggiorerà!
      ciao e complimenti per il sito
      Simone

      Elimina
  7. Per certi post dovresti aggiungere un'altra reazione oltre alle 3 già esistenti: DEPRIMENTE ...

    RispondiElimina
  8. Dovevi restituirle la lista dicendo: "Eccola servita. Chi è il prossimo?"

    RispondiElimina
  9. PUAHAHAHAHAHAAAA... La risposta di jona è fatntastica! XD

    RispondiElimina
  10. Vi consiglio i libri di un certo CHARLES BUKOWSKI... Costano poco e sono ricchi di umorismo, malinconia, intelligenza, arguzia, sentimento, passione, cinismo...
    Bukowski non era uno scrittore normale. Era semplicemente un genio!
    Vi aspetto per una visita sul mio blog: http://codiceswordfish.blogspot.it/

    swordfish

    RispondiElimina
  11. LIBRAIO: "guardi signora, nell'edizione originale, la più costosa il protagonista rimane in vita...nella versione più economica, invece, muore... quale le do??"

    RispondiElimina
  12. Sempre a lamentarvi! Almeno questa signora aveva le idee chiare. O preferite quella che vi chiede il libro di cui non sa *nulla*, ma ce l'ha la sua amica e dicono sia bellissimo?

    (Ok, sì, deprimente...)

    RispondiElimina