sabato 20 aprile 2013

Farfalle



“Scusa hai il libro Ci vorrebbe una farfalla della Marzano?”
Volevo essere una farfalla.”
“No, no  si chiama Ci vorrebbe una farfalla!”
Senza aggiungere una sola parola vado a scaffale, prendo il libro della Marzano (che si intitola Volevo essere una farfalla) e lo metto in mano al cliente.  Lui mi guarda, guarda il libro, poi me lo restituisce.
“Non è questo!”
Mi dice tutto scocciato prima di andarsene.
Seguimi su: www.maioavoltepropriononcapiscocosahofattodimalenellavita.it

8 commenti:

  1. sisi mi fan troppo ridere quando poi ti dicono che non è quello...una volta una cliente arriva e mi fa:
    vorrei david copperfield, le porto il volume e mi dice:
    quello che ho visto io non è così grosso.
    ma lei vuole l'edizione integrale?
    certo
    e allora è così, poi dipende dalle edizioni ma più o meno è sempre così.
    no, no, non è questo.
    e allora ciao
    oppure
    vorrei il visconte dimezzato di primo levi.
    no è di italo calvino
    mio figlio lo vuole di primo levi
    e ma non esiste
    mi faccia vedere quello che dice lei
    .........
    e no ma non è questo, lo cercherò da un'altra parte
    si si vai vai
    ahahahhahaah

    RispondiElimina
  2. >.< non capisco come facciano le persone a rimanere nelle loro ignoranti convinzioni anche dopo che gli hai sbattuto in faccia la verità... Bah -_-" poi ci stupiamo se l'Italia è piena di ignoranti ^^

    RispondiElimina
  3. si potrebbe chiedere loro di tornare... quando l'abbiano trovato

    RispondiElimina
  4. ah ma quanto li odio quando fanno così!

    RispondiElimina
  5. l'unica cosa che ti posso dire è: tanta solidarietà! ;-) perchè le persone si comportano così?

    RispondiElimina
  6. Da un po' non venivo in questo blog. Devo dire che è sempre grandioso.

    RispondiElimina
  7. ammettere di aver avuto torto... bisognerebbe insegnarlo alla scuola elementare

    RispondiElimina