lunedì 13 maggio 2013

Alla fiera delle fascette 2

Oggi ce la prendiamo con: Giunti.

Fascetta N 1: Il romanzo che ha incantato e commosso i lettori di tutto il mondo,
(L'amico immaginario, Dicks Matthew)

Il romanzo che sta scuotendo le coscienze di migliaia di lettori.
(Nessuno sa di noi, Sparaco Simona)


Frizzante, ironica, irresistibile: scopri la Marilyn che c'è in te.
(La matematica delle bionde, Brunini Federica)

Vorrei personalmente ringraziare Giunti per aver commosso le lettrici e i lettori di tutto il mondo e per aver risvegliato la coscienza di migliaia di lettori. Li vedo lungo la strada a manifestare una nuova presa di coscienza! Io, però, la Marilyn che c'è in me l'ho scoperta da un po' di tempo.
Che ci volete fare sono bionda (tinta) dentro!

4 commenti:

  1. essere biondi è uno stato dentro la testa, non sopra, lo dico sempre anch'io.
    baci sandra (bionda manco a dirlo!)

    RispondiElimina
  2. Occhio a quando passi sopra le grate della metropolitana, allora...:-D

    RispondiElimina
  3. Che teneri questi lettori, sempre scossi, incantati e commossi da libri che ancora non sanno di voler leggere. E le fascette poi, che fine fanno? Pessime come segnalibri, in-abbinabili con lo scaffale base di Ikea, fanno tanto bugiardino se abbandonate sul comodino ma nemmeno i lettori (più) forti hanno cuore di buttarle via. Che piaga :)

    RispondiElimina
  4. Non sono bionda, ma è proprio vero che tutte le bionde si distinguono.. sarà che in Italia ne abbiamo pochine :D
    Un abbraccio Marilyn! :D

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina