mercoledì 22 maggio 2013

Parigi for Dummies 2

  1. A Parigi, nel caso non fossi stato chiaro, piove!
  2. Il martedì, a Parigi, tutti i musei statali rimangono chiusi (li mortacci loro);
  3. La mostra di Keith Haring al Musée d'Art Moderne è davvero splendida ( c'è sino al 18 agosto);
  4. Gli Champs-Élysées sono ormai una grande vetrina su Parigi per negozi e marche di ogni genere. Ci passeggio volentieri ma non ci torno mai con lo sguardo di oggi, ogni volta che vengo su questa enorme strada penso a me e a Elena e a come eravamo nell'ormai lontano 2000;
  5. Finalmente sono riuscito a salire sull'Arc de Triomphe;
  6. La Tour Eiffel è, probabilmente, il monumento che preferisco di Parigi. Grande, imponente, maestosa mi piace osservarla da lontano e sentirla mia mentre mi avvicino. Oggi siamo saliti sino in cima, poi abbiamo passeggiato nel giardino di Camp-de-Mars sotto il suo sguardo benevolo. Amo dirle “Au revoir” ogni volta;
  7. A Parigi la metropolitana ti porta ovunque;
  8. Gli uccellini sotto la Tour Eiffel ti accerchiano appena prendi un panino e poi ti cinguettano con fare speranzoso prima di passare alle maniere forti e assalirti in gruppo (Hitchcock insegna);
  9. A Parigi succede anche che qualche fondamentalista, estremista di destra omofobo vada a Notre Dame e si spari un colpo in bocca. L'omofobia è una malattia che ti logora, ti divora da dentro e non lascia spazio alla ragione;
  10. A Parigi, però, nonostante questo è passata una legge che equipara i matrimoni omosessuali a quelli eterosessuali. Legge voluta da una ministra di colore (che in Italia qualcuno offenderebbe con insulti irripetibili come è già accaduto) e sostenuta da un partito di sinistra che fa cose di sinistra (non come il PD per intenderci) ma votata anche da molti esponenti della destra non estremista. E succede che proprio durante il mio soggiorno facciano una grande festa a Place de la Bastille e la piazza si riempia di persone di età, orientamento sessuale, razza, colore e genere diversi. Tutt* con la bandiera francese, felici e festanti. Succede anche che, nonostante io sia qui a festeggiare per e con la Francia, in quella piazza mi senta un po' triste e amareggiato per i diritti negati nel mio paese natale.
    E allora: W la France!
    Liberté, Égalité, Fraternité.

8 commenti:

  1. Si uccide un estremista di destra ed è un pazzoide malato. Si uccide un gay ed è colpa della società...Mah....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non t'offendere anonimo se te lo dico, eh. Ma va a quel paese.

      Elimina
    2. Spero che tu ti renda conto che il tuo ragionamento non regge su nessun fronte.

      Elimina
  2. Ma lo sai che ti ho pensato? Mi son detta, non è che era a Notre Dame??!!!
    Purtroppo hai ragione tu, certa gente è irrisolta di suo, dire pazzo è dire poco. Ma la cosa che mi ha colpito sentendo la notizia alla radio di più è che il pazzo aveva 78 annie d aveva annunciato il suicidio dal suo blog. E ho pensato che se lo chiedia mio padre manco lo sa cos'è un blog!

    RispondiElimina
  3. Vive la France... Et Paris est la France!!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Ti consiglio di visitare anche la mostra su Chagall al Musée du Luxembourg, davvero incredibile! ma non oggi, visto che Parigi oggi vede finalmente un po' di sole dopo tre giorni di pioggia ininterrotta!

    RispondiElimina
  5. Ciao Marino, ero nel Marais questo inverno quando ci fu la manifestazione a Bastille a favore del mariage pour tous e c'era un cartello moolto francese: "Voglio fare un matrimonio bianco con una lesbica clandestina".

    RispondiElimina
  6. Sono stata a Parigi circa in questo periodo (peccato che in quel periodo non ti avevo ancora "trovato"), il giorno dell' arrivo ha nevicato. Vicino alla Tour Eiffel sono stata accerchiata dalla manifestazione cattolica contro il diritto al matrimonio omosessuale e credo che, in risposta al mio disappunto, qualche estremista di destra mi abbia apostrofata in maniera poco gentile. Da agnostica, non mi aspettavo tanta emozione a Notre Dame :)
    A parte questo, è una città affascinante! Au revoir :)

    RispondiElimina