mercoledì 16 ottobre 2013

Scherza con i fanti.... ma lascia stare i.... librai!

Dramma in due parti. La prima si svolge al piano interrato, al settore saggistica.

Abbandono la mia postazione per dieci minuti per salire al piano terra ad aiutare una collega con la fila in cassa. Nel frattempo arriva la collega femminista che, con ancora addosso giacca e borsa (inizio turno), viene intercettata da una cliente che la blocca. La collega, forse con tono un po' acidello (come suo solito del resto) chiede alla signora di aspettare un attimo così che possa posare giacca e borsa. Nel frattempo, smaltita la fila in cassa, io torno alla mia postazione e servo la signora la quale, invece di andarsene, aspetta la collega femminista e le fa una ramanzina sull'educazione.

La seconda parte del dramma shakespeariano si sposta in cassa centrale. Infatti la collega femminista viene spedita in cassa per coprire un paio d'ore di turno e qui viene raggiunta dalla signora che, pagato il libro, le regala un... SANTINO dicendole:
“Signorina, forse trovare la fede le farà bene!”
Signora, aggiungo io, senza scomodare i santi, ci basterebbe trovare condizioni di lavoro decenti per sentirci meglio!

6 commenti:

  1. ...e magari qualche cliente educato otterrebbe risultati miracolosi!

    RispondiElimina
  2. una persona pronta di spirito le avrebbe strappato il santino davanti.Sinead O'Connor, aiutaci tu! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avrei risposto "grazie signora mi serviva giusto un immagine sacra da profanare alla messa nera di stasera"

      Elimina
  3. La gente che pretende educazione ma non si sogna di averne è davvero incredibile.

    RispondiElimina
  4. educazione, questa sconosciuta!

    RispondiElimina
  5. Più educazione e meno santini, per piacere...

    RispondiElimina