giovedì 3 aprile 2014

Such a b***h!



Succede a: LA COLLEGA CANTANTE.

Una vivace e bionda signora americana sulla cinquantina entra  in libreria e con piglio deciso chiede: "do you have books in english?...good manners books.."
ed io le chiedo, sempre in inglese, se intende dei libri sul galateo, ma non faccio in tempo a finire la frase che lei inizia a diventare rossa in volto, varie gradazioni fino al porpora acceso e comincia uno sproloquio (forse sperava non capissi quello che diceva) che più o meno fa così:
"yeah, exactly, a book about good manners and etiquette, like.. how not to kick someone in the ass, like...my son's shagging this girl and I can't stand her mother, don't even think I can sit at the same table, she's such a bitch!! I'd just punch her in the face, that stupid cow!"
("esattamente, un libro sulle buone maniere o su come non prendere a calci quella tr**a della madre della tipa che si scopa mio figlio, come fare a stare a tavola senza prenderla a calci....")
Io basita rispondo cortesemente "I see..." come per dirle che capisco...
e mentre mi accingo a terminare la frase "Mi spiace ma.. (non abbiamo questi libri)" lei scocciatissima si gira di botto e uscendo dice "There there..". Insomma, aveva bisogno di sfogarsi.
Anche io ne avrei bisogno dopo ore di deragliati mentali che ti usano come psicologa.

Nessun commento:

Posta un commento