martedì 18 novembre 2014

La filosofia di Evita, un film da fine vita!

Si avvicina un signore:
“Scusi, recentemente è uscito un libro scritto da alcuni filosofi sul fine vita.”
Fin qui tutto perfetto. Ma, attenzione, io non capisco “fine vita”, capisco “film Evita” e mi dico: “Ma sti filosofi scrivono proprio di tutto!”
Guardo il signore:
“Non ho proprio presente il libro, facciamo una ricerca.”
E, bello come il sole, scrivo sul computer: “Evita Peron.”
Il signore mi guarda e mi dice: “Guardi che Evita Peron non c'entra nulla.”
E io penso: “Ma come non c'entra nulla? È un musical sulla sua vita...
Imperterrito dico: “Mettendo il suo nome dovrebbe uscire qualcosa.”
E, non contento della figuraccia che ho già fatto, scrivo: “filosofia film Evita.”
Il signore mi guarda senza capire e io penso: “Va bene che l'interpretazione di Madonna non era delle più riuscite ma perché il cliente mi guarda in quel modo?
“No, guardi, Evita non c'entra nulla, il libro è sul fine vita!”
A quel punto quelle quattro sinapsi che mi sono rimaste e che vanno alla velocità di una lumaca arrivano dove devono e si accende una lampadina.
“Ah, fine vita! In effetti mi chiedevo perché un filosofo dovrebbe scrivere un libro sul film di Alan Parker.”
Ho bisogno di sessant'anni di ferie, ve lo dico, ibernatemi e risvegliatemi quando mi sarò ripreso da questa figuraccia!

4 commenti: