lunedì 15 dicembre 2014

Proposte di Natale: Alan Turing

Il trattamento riservato a Alan Turing, esattamente come quello riservato a Oscar Wilde e a moltissime altre persone omosessuali più o meno famose, è l'emblema dell'idiozia di un certo pensiero violento e omofobo. Turing è stato uno dei più grandi matematici del XX secolo, da molti, e giustamente, è considerato uno dei padri dell'informatica. Formalizzò il concetto di algoritmo, creò la «macchina di Turing» che è servita per la nascita del moderno computer (eh sì, se avete un computer lo dovete a un omosessuale) teorizzò il pensiero dell'intelligenza artificiale. Non è finita qui, ovviamente, durante la seconda guerra mondiale collaborò attivamente per decifrare i codici tedeschi creati attraverso la macchina Enigma e contribuì, di fatto, alla comprensione dei messaggi «nemici».
Bene, direte voi, di un personaggio così interessante, di un matematico così attento e creativo il mondo avrà fatto un esempio.
No.
Nel 1952 Turing, dopo aver denunciato un furto da parte di un uomo con cui aveva passato la notte, venne a sua volta denunciato per «reato di omosessualità». Subì la castrazione chimica che lo rese impotente e gli fece crescere il seno. Turing, che in vita aveva amato la favola di Biancaneve, ingerì una mela avvelenata con cianuro di potassio e si suicidò. Chissà quante altre cose questa meravigliosa mente avrebbe potuto fare se il pregiudizio, l'ignoranza e l'odio non lo avessero indotto al suicidio.
Su Turing (uscirà un film credo a gennaio) molte le pubblicazioni:



Hodges Andrew
Alan Turing. Storia di un enigma
2014, 762 p., brossura
Traduttore: Mezzacapa D.
18
Bollati Boringhieri







Leavitt David
L' uomo che sapeva troppo. Alan Turing e l'invenzione del computer
2012, 247 p., brossura
Traduttore: Sargian C.
19
Codice Editore








Cawthorne Nigel
L'enigma di un genio. La vera storia di Alan Turing
9,90
Newton Compton (In uscita il 18 dicembre)







Tuono Pettinato; Riccioni Francesca
Enigma. La strana vita di Alan Turing
2012, 119 p., ill., brossura
16
Rizzoli Lizard





3 commenti:

  1. Turing è un personaggio mitico, è stato il mio argomento della tesina del 5 liceo, anche messo in relazione con Wilde, il trattamento che gli hanno riservato è stato crudele.Invece di vederlo come un eroe, quando non gli è servito più, se ne sono "sbarazzati". Che parla di lui c'è anche Codici & segreti di Simon Singh, che come scrittore è molto bravo.

    RispondiElimina
  2. Il primo libro sembra abbastanza serio. E comunque smettila di tirartela Marino e non fare il machista :-P; se abbiamo il pc lo dobbiamo, ovviamente, a una signora: Ada Byron!!!! molto più di quel che dice Hofstadter in Godel Escher Bach.
    Scherzo, :-) volevo solo dire che ogni invenzione nasce dal susseguirsi di invenzioni e studi, che precipitano nelle circostanze e negli ambienti favorevoli.
    Comunque non so se ti sia mai capitato di leggere nulla su un altro grande studioso, pacifista e omosessuale, stavolta oxfordiano: Maurice Bowra. Non ebbe una fine altrettanto atroce, per fortuna. Riuscì ad essere sostanzialmente accettato in un ambiente che coniugava pratica dell'omosessualità e repressione omofobica come quell'università e come tante scuole upper class dell'Inghilterra imperiale. Ma gli rimase addosso un'aura maledetta, un pessimo carattere, pare, e un disagio visibile, oltre a difficoltà nella carriera. Nonché le stigmate di qualcosa di "losco" che veniva bisbigliato a mezza voce nelle nostre accademie, perché malgrado i suoi serissimi studi sulla poesia greca era considerato poco raccomandabile... Oggi nel suo college dalla bellezza mozzafiato, il Wadham, una statua ricorda, seminascosta tra gli alberi, il suo percorso. Non so se esista in italiano qualcosa su di lui.

    RispondiElimina
  3. Ho letto e ho molto amato il libro di Leavitt, che oltre ad essere scritto con estrema sensibilità e cura è anche molto accurato dal punto di vista scientifico. Lo consiglio senza riserve, malgrado la bruttissima copertina.

    RispondiElimina