lunedì 13 luglio 2015

Greci (muniti di ironia) a Bologna

Entrano due ragazze e un ragazzo in libreria, lui occhi chiari, capelli lunghi biondi. Neanche a dirlo la temperatura della libreria si alza immediatamente. Sono stranieri, una delle ragazze parla un po' di italiano.
“Scusa sto cercando un vocabolario italiano greco”.
Ok, già siete belli (sì anche le ragazze erano molto carine) poi siete pure greci, ditelo che volete che faccia autocombustione! (Lo so ho una passione per i greci, soprattutto in questo periodo).
“Ne ho uno piccolino.”
“Va bene.”
“Ho anche un frasario italiano greco se vi serve.”
Il ragazzo lo prende, lo apre, guarda qualche pagina e poi con un sorriso (meraviglioso) dice:
“A che ora apre la banca?”
E scoppiano tutti a ridere.
La ragazza: “Le nostre non aprono mai!”
E giù a ridere di nuovo.
Bé tesoro, almeno il senso dell'ironia non lo avete perso...
E comunque: “Quest’estate vado in Grecia con Giovanna, mi preparo a accarezzare nuovi scampoli d’assenza...”

Nessun commento:

Posta un commento