martedì 2 agosto 2016

Giorni di...



Giorni frenetici, giorni di risposte quasi automatiche (“Sì libri di scuola? Alla sala cinque! Si siamo aperti con orario continuato esattamente come dice la voce in segreteria che ha ascoltato per almeno cinque minuti. Sì, abbiamo libri nuovi e usati…), giorni di colleghe e colleghi in ferie.
Entra un signore, mi guarda:
“Via col vento?”
E io: “Sa che non conosco una via con quel nome?”
Lui mi guarda, io lo guardo.
Il tempo di collegare il cervello e di rendermi conto della figuraccia appena fatta.
“Le faccio lo sconto eh?”
E niente, sono giorni in cui il mio cervello è davvero volato via col vento…

2 commenti:

  1. Dai, sei scusato. chi entra più in una libreria a chiedere "Via col Vento"?????????

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina