sabato 10 dicembre 2016

Libri da Zita



Interno notte, libreria.
Entrano un gruppetto di ragazzi, età 17 anni circa.
“Hai un libro per una ragazza?”
“Sai cosa legge questa ragazza?”
“No.”
“Non sai se le piacciono i libri gialli o d’avventura, per esempio?”
L’altro ragazzo.
“Eh, è una ragazza un libro d’amore.”
Io: “Non a tutte le ragazze piacciono i libri d’amore.”
Silenzio sbigottito, i ragazzi si guardano completamente persi.
Io mi faccio forza e mostro alcuni titoli: “Le ragazze” di Emma Cline, “Memorie di Adriano” della  Yourcenar, “Vita” della Mazzucco. I ragazzi completamente indifferenti alle mie proposte pistolano sui cellulari.
“Ma qualcosa di più romantico? Un libro da Zita (mi dicono che in dialetto calabrese significa ragazza o fidanzata)?”
“Certo.”
Rispondo accompagnandoli alla parete Comedy.
E niente, poi uno dice che i giovani hanno superato gli stereotipi di genere.
Se sei donna DEVI amare la letteratura romantica.

11 commenti:

  1. La ho sempre odiata, ma pare che oggi piaccia molto alle ragazzine, purtroppo anche a molte di trent'anni. La chick lit :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perchè "purtroppo"? tu hai il diritto di odiare la chick lit e altre ragazze hanno il diritto di apprezzarla. Non capisco perchè non accettiamo che agli altri possano piacere libri che non piacciono a noi

      Elimina
  2. Io avrei rifilato loro la pacchianata Harmony più sdolcinata e smelensa.
    Così, se la "zita" ha lo stesso carattere di mia sorella, li avrebbe riempiti di legnate insegnando loro tutto sugli stereotipi di genere e sulle loro insidie!

    RispondiElimina
  3. Miiiii. Se regalassero a me un libro romantico glielo infilerei lì dove non batte il sole. Aperto

    RispondiElimina
  4. Curioso il fatto che per comperare il libro alla zita di uno, lo accompagni tutto il branco... chissà se è un buon segno o no, perlomeno sono entrati in una libreria... (vabè, sto cercando di riempire il bicchiere...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te... miracolo che siano entrati in libreria...

      Elimina
  5. io sono maschio e leggo da danielle steel (romance che di più non si può) a wilbur smith (romanzi d'avventura spesso considerati troppo "machi") senza problemi. Questi ragazzini hanno una mentalità un po' stereotipata (non sono tutti così) ma magari a quella ragazza piacevano davvero i romance, per quanto sia errato darlo per scontato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premetto che ho chiesto al ragazzo se conosceva i gusti della ragazza e lui mi ha detto di no. L'atteggiamento era quello: è una donna quindi legge romanzi d'amore.

      Elimina
    2. atteggiamento certamente errato, avrebbe dovuto chiederli all'interessata, purtroppo quando non conosci i gusti di qualcuno vai per stereotipi o per quello che si pensa, a torto o a ragione, sia più frequente statisticamente

      Elimina
  6. Diciassettenni persi... già un miracolo che siano entrati in una libreria.. ;)

    RispondiElimina
  7. Ad ogni modo la questione non è se a quella ragazza piacciono quei libri, né se qualcuno possa apprezzarli.

    Il vero problema è che per costoro, quelle che chiamano "zite", cioè le loro coetanee, DEVONO leggere, che gli piacciano o no, dei "libri da zite", vale a dire, nelle loro mentalità, dei romanzi rosa. Altro non è dato, non si può nemmeno pensarlo: sei femmina? so io, maschio, cosa è adatto a una "zita" come te: quello e stop. Il resto non lo vedo nemmeno, non fa parte del mio universo.

    Questo E' un problema, che ancora nel 2016! ci siano dei maschi che riescono a ragionare solo così sulle donne. E che siano così poco curiosi, a 17 anni, non a 87, da non voler manco guardare altro, applicare il cervello a pensare se qualcos'altro possa essere adatto.

    La libera scelta delle letture c'entra veramente zero in tutto questo, per mettere la "z" in modo anodino.

    RispondiElimina