giovedì 5 settembre 2019

Mamme etiche (e per niente preoccupate)

Mamma 1: "Mia figlia fa shopping in modo etico"
Mamma 2: "Ma che brava!"
Mamma 1: "Eh sì. Compra solo magliette da due euro, è bravissima guarda!"
Etico per il tuo portafogli, ovviamente


Mamma 1: "Tua figlia è pronta per l'inizio della scuola?"
Mamma 2: " Guarda è solo preoccupata di come andare vestita il primo giorno."
Mamma 1: "Ah bé mio figlio invece è ossessionato da Instagram, sta facendo di tutto per avere più Like per non fare la figura dello sfigato quando andrà a scuola".
Va tutto benissimo direi.

giovedì 22 agosto 2019

Houston abbiamo un problema!

Al telefono:

“Pronto, libreria... buongiorno sono Marino”.
“Ah buongiorno volevo sapere se siete aperti.”
“...”
“Allora siete aperti?”
No, sto qui a rispondere al telefono perché non ho altro da fare.



“Pronto, libreria... buongiorno sono Marino”
“Buongiorno devo vendere dei libri di scuola quando li posso portare?”
“Dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 19.00”
“Ah quindi venerdì li posso portare?”
Ma... l’ultima volta che ho controllato Il venerdì era ancora compreso tra il lunedì e il sabato...



“Pronto, libreria... buongiorno sono Marino”
“Buongiorno devo vendere dei libri di scuola quando li posso portare?”
“Nei giorni feriali dalle 9.30 alle 19.”
“Allora li posso portare domenica?”
Perché domenica, come tutti sappiamo, è chiaramente un giorno feriale!

giovedì 30 maggio 2019

In treno

Bambino rivolto a madre  indaffarata con il cellulare:
"Mamma di cosa parla Pinocchio?"
"Racconta la storia di un anziano signore che fa un bambino con una sega."
Ah, il dono della sintesi...

venerdì 29 marzo 2019

Chiedi pure

Entra un signore mai visto prima:
“Ciao, senti sono in imbarazzo,  davvero. Lavoro per lo studio legale... Che è qui nel palazzo. Ho dimenticato le chiavi nello studio insieme al portafogli. A mezzogiorno devo essere in tribunale, mi servirebbero cinquanta euro per il taxi poi te li porto appena finisco.”
Cinquanta bastano? Sicuro? Ne vuoi cento? Centocinquanta? Non fare complimenti, è mia abitudine prestare soldi a gente che non conosco e che non ho mai visto prima! 

venerdì 22 marzo 2019

Rispondere o non rispondere, questo è il dilemma!



"Non rispondete mai al telefono!"
Poi tu rispondi al telefono (dalla cassa, anche, perché fra le 200 mila cose da fare c'è, appunto, quella di rispondere a un telefono che squilla in continuazione) e arriva la recensione geniale:




mercoledì 30 gennaio 2019

Conciliare il sonno

"Scusi stavo cercando Melatonina di Houellebecq"
Quando si dice: Un libro che fa dormire

Serotonina
Michel  Houellebecq
La Nave di Teseo

venerdì 18 gennaio 2019

FAME! (Da leggere all'inglese o all'italiana)


Un signore entra in libreria e mi mostra un libro autoprodotto.
"Buongiorno ho pubblicato questo libro, volevo sapere se potete metterlo in vetrina."
"Guardi temo di non avere neppure una copia del suo libro."
"Le posso dare questa."
"Mi perdoni ma non funziona così. Al massimo se il libro è distribuito ne posso ordinare una copia per la libreria."
"Allora facciamo così. Lei adesso me lo mette in vetrina, io faccio una foto da mandare a tutti i miei amici così posso dire loro che il mio libro è in vetrina in una libreria."
 Io:







martedì 15 gennaio 2019

INPS sospetta

Al telefono:
"Libreria... buongiorno sono Marino."
"Ah sì senta ma gli assegni familiari quando me li date?"
"Come scusi?"
"Gli assegni."
"Signora  temo che abbia sbagliato numero."
"Io ho chiamato l'INPS."
"No signora ha sbagliato numero, noi siamo una libreria."
"Ah no eh! Io ho fatto il numero esatto, mi hanno messo in attesa e poi ha risposto lei!"
"No signora le ripeto che siamo una libreria."
"E io le ripeto che ho fatto il numero giusto!"
Sono i poteri forti Signora. I poteri forti! La manina, Soros, la Boldrina! è colpa loro, è tutto frutto di un grande inganno! 
Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant'è profonda la tana del Bianconiglio.

lunedì 24 dicembre 2018

24/12/2018

24/12/2018 ore 9.45

Cliente: "Scusi riesce a procurarmi un libro per DOMANI?"

Certo Signore, aspetti che chiamo subito Babbo Natale, lo consegneremo a mezzanotte, lei guardi sotto l'albero, mi raccomando, guardi intensamente.

E se va bene a me... BUON NATALE a TUTTE/I!

lunedì 12 novembre 2018

Tipologie di venditori


Da qualche anno ormai mi occupo dell'acquisto dei libri usati da parte dei clienti, ho individuato alcune tipologie:
  1. Quelli che portano qualsiasi cosa, dal giornale pornografico al libro sporco di urina di gatto, ragnatele, escrementi di topo, intriso di umidità e con la muffa. Di solito uso lo sguardo: "Ok ci hai provato" e il venditore in questione fa un mezzo sorriso e porta via la sua roba.
  2. Quelli che, come sopra, portano qualsiasi cosa ma quando gli dici che i loro libri sono invendibili ti rispondono che no, i loro libri sono vendibilissimi e che sei tu che non sai fare il tuo mestiere.
  3. Quelli che telefonano prima, ti chiedono cosa acquistate, tu gli spieghi nel dettaglio cosa ti interessa e cosa no, loro ti rispondono che hanno capito e poi ti portano esattamente ciò che gli hai detto di non portare.
  4. Quelli che non gli va mai bene il prezzo perché se un libro costa dieci euro e tu gli dai due euro sei un ladro. Gli spieghi che il libro lo vendi a 5 euro e non a dieci, tolti i due che dai a loro, ci metti l'etichetta (che, incredibile, ha un costo) ci perdi del tempo (che, incredibile, anche questo ha un costo) alla fine ci guadagni due euro tu. Ma no, sei lo stesso un ladro e se lo vendi a cinque euro lo devi pagare loro 4,99.
  5. Quelli che scambiano la libreria per la Caritas (e, che ci crediate o no, purtroppo mi capita di avere a che fare con un sacco di gente che ha bisogno e ogni volta mi sento una versa merda se non posso comprare loro qualcosa).
  6. Quelli che "mi dia qualsiasi cifra l'importante è che il libro continui a girare" (e io adoro).
  7. Infine quelli che, new entry della giornata, "Dai comprali lo stesso anche se non ti interessano tanto i soldi non sono mica tuoi, no?"